• en

Sempre operativi e in totale sicurezza i cantieri della Linea C della Metropolitana di Roma anche durante la pandemia da Covid-19.

Ecco le misure intraprese per il contenimento della diffusione del virus nei cantieri e nei luoghi di lavoro.

Non si sono mai fermati i lavori per la realizzazione della Linea C della Metropolitana di Roma, attualmente in costruzione per il tratto che va dalla stazione di San Giovanni (esclusa) fino a Piazza Venezia, con due stazioni in fase di realizzazione, Amba Aradam/Ipponio e Fori Imperiali.

Fatta eccezione per lo scavo meccanizzato delle gallerie con TBM (Tunnel Boring Machine), fermo da novembre 2019 e in attesa del completamento dell’iter approvativo da parte dell’Amministrazione Capitolina per il prosieguo dello scavo delle gallerie fino a Piazza Venezia, come approvato dalla Delibera CIPE pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 13 marzo 2020, tutti gli altri cantieri della Linea C sono operativi e non hanno subito fermi anche in piena emergenza Covid-19.

Il consorzio Metro C, d’accordo con quanto determinato dal Coordinatore della Sicurezza, dai Medici del Lavoro, dai Rappresentanti dei Lavoratori così come dai rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali, ha adottato presso tutti i cantieri, la sede e le basi logistiche, quanto previsto nei vari Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri nonché dal “Protocollo Condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 nei cantieri edili” del 14 Marzo, sottoscritto dalle parti sociali e condiviso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 19 Marzo.

In conformità al punto 13 del sopracitato Protocollo, in collaborazione con le Organizzazioni Sindacali e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) delle imprese, è stato costituito il Comitato di Controllo per la verifica dell’applicazione delle procedure previste dal Protocollo stesso.

L’azienda, attraverso opportune modalità, ha informato tutti i lavoratori circa le disposizioni delle Autorità, attivando un massiccio sistema di formazione e informazione per garantire la corretta diffusione degli obblighi da rispettare.

Metro C ha acquistato 10.000 mascherine al fine di metterle a disposizione di tutto il personale Metro C e delle imprese affidatarie e sub-affidatarie.

Cantiere Piazza Venezia (sondaggi e indagini)
Cantiere Pozzo 3.3 Via Sannio

Al personale Metro C operante nei cantieri sono stati consegnati DPI specifici (maschere semi-facciali, occhiali di protezione, tute monouso, guanti monouso); tutti gli operai, sub appaltatori e lavoratori autonomi hanno a disposizione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.  Il personale dipendente è stato dotato di flaconi di gel igienizzante oltre alle relative mascherine di protezione.

Kit dispositivi di protezione individuale
Distribuzione gel disinfettante mani

Tutti i lavoratori prima dell’accesso nei cantieri e presso gli uffici vengono sottoposti alla misurazione, tramite termoscanner o termometri no contact, della temperatura corporea.

L’impiego di ascensori e montacarichi è consentito ad un numero di persone atto a garantire il rispetto di adeguate distanze reciproche o, in alternativa, è obbligatorio l’impiego di mascherine.

È stata predisposta la turnazione nelle mense aziendali presenti presso il campo base di Via dei Gordiani e del cantiere di realizzazione del Pozzo 3.2 in Piazza Celimontana, con la separazione dei flussi in ingresso e in uscita e postazioni a sedere, in modo da garantire le distanze minime tra le persone, l’installazione di dispenser con prodotti igienizzanti e apposita segnaletica informativa affissa all’interno ed all’esterno dei locali mensa. Analoga segnaletica con indicazione delle norme comportamentali è stata apposta in tutti i cantieri, nei dormitori e negli uffici.

Ingresso contingentato e rispetto distanze minime di sicurezza

Misure di distanziamento presso
la mensa aziendale

La sosta all’interno dei locali mensa è stata ridotta ai tempi strettamente necessari al consumo dei pasti e con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone.

In generale l’accesso agli spazi comuni è contingentato ed è garantita una ventilazione continua dei locali. Sono state attivate modalità specifiche per l’accesso ai luoghi di lavoro da parte dei fornitori esterni e il trasferimento del personale nei luoghi di lavoro stessi. Per i fornitori sono stati posizionati WC chimici dedicati.

È stata redatta apposita procedura di “Istruzione operativa per la Pulizia di Ambienti di Lavoro”, che regola la modalità di esecuzione della sanificazione degli uffici di sede e dei cantieri e che prevede tra l’altro l’igienizzazione quotidiana degli ambienti, delle postazioni di lavoro, dei locali mensa e delle aree comuni e la sanificazione settimanale di tutti i locali presenti nei cantieri e nei campi base.

I mezzi di cantiere (quali ad esempio escavatori, piattaforme elevatrici, pale) adoperati da più persone, vengono igienizzati (quadro di comando, volante, maniglie, ecc.) ad ogni cambio di operatore, prima e dopo il loro utilizzo.

Per la gestione di una persona sintomatica presente all’interno degli uffici o nelle aree logistiche di cantiere è stata redatta apposita procedura, con l’adeguamento dei baraccamenti al fine di poter gestire le persone residenti nella fase di quarantena.

Inoltre in relazione alle disposizioni del 24 aprile 2020 indicate nel documento di integrazione del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 nei cantieri edili”, condiviso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dalle parti sociali, pur considerato che le unità produttive relative al personale Metro C e all’imprese affidatarie e sub-affidatarie sono dislocate lungo tutto il tracciato della Linea C in costruzione e che ogni singola unità produttiva non supera le 250 unità, la società Metro C, d’intesa con i Medici del Lavoro, le Organizzazioni Sindacali e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, a maggior tutela dei lavoratori e al fine di garantire la gestione di eventuali criticità, sta predisponendo quanto necessario per l’attivazione di un servizio medico dedicato a servizio di tutte le maestranze presenti.

Le società di Metro C s.c.p.a