• en

CORONAVIRUS: PROSEGUONO I LAVORI NEI CANTIERI DELLA METRO C IN PIENA SICUREZZA ANCHE NELLA SECONDA ONDATA

E’ stata costante l’operatività dei cantieri della Metro C anche in questa seconda ondata di coronavirus, grazie a un’implementazione continua delle misure di sicurezza per la gestione dell’emergenza e un attento monitoraggio sanitario.

Sono rimasti infatti tutti operativi i cantieri senza subire fermi o rallentamenti a causa della pandemia.

L’Azienda ha messo in atto una serie di azioni finalizzate all’adozione di misure anti-contagio in conformità alle indicazioni contenute nei DPCM e nel “Protocollo Condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 nei cantieri edili” del 14 Marzo, sottoscritto dalle parti sociali e condiviso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 19 Marzo e aggiornato il 24 aprile.

Metro C insieme ai rappresentanti sindacali, agli RLS e RSA della società e delle Imprese Affidatarie ha costituito un Comitato di vigilanza e controllo nei cantieri, composto dalle parti sociali, che segue la corretta attuazione e implementazione delle misure adottate con controlli periodici ogni 15-20 giorni.

L’Azienda ha attivato un percorso formativo fornendo 250 ore di formazione a tutti i lavoratori per garantire la corretta diffusione delle informazioni relative agli obblighi da rispettare.

Inoltre sono stati predisposti appositi pannelli informativi dedicati al rispetto del distanziamento, all’utilizzo dei dispositivi DPO e alle regole di contingentamento nei luoghi comuni. Sono state distribuite oltre 30.000 mascherine messe a disposizione di tutto il personale Metro C e delle imprese affidatarie e sub-affidatarie.

Per il personale addetto sono inoltre state messe a disposizione soluzioni idroalcoliche per la disinfezione delle mani (gel igienizzanti in flaconi singoli o distribuite attraverso 26 dispenser apposti nelle aree comuni presso cantieri e uffici), insieme a prodotti sanificanti.

Inoltre sono stati messi a disposizione insieme al kit di primo soccorso anche un set anticovid con tute e guanti monouso, occhiali di protezione e copriscarpe.

Per garantire una maggiore sicurezza sul luogo di lavoro, Metro C ha predisposto una procedura di “Istruzione operativa per la Pulizia di Ambienti di Lavoro” che prevede la pulizia e l’igienizzazione quotidiana di 12.000 metri quadrati di uffici e baraccamenti di cantiere (scrivanie, mouse, tastiere, maniglie) insieme alla sanificazione settimanale, svolta con prodotti nebulizzati ad uffici chiusi, monitorate attraverso appositi registri giornalieri.

La fruizione degli spazi comuni è contingentata e viene garantita una ventilazione continua dei locali. Per la gestione dei locali mensa sono state istituite tre turnazioni sia nell’orario pomeridiano, dalle 12:30 alle 14, sia in quello serale 18:30-22 e la sosta è stata ridotta ai tempi strettamente necessari al consumo dei pasti, con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone.

Per l’accesso al cantiere tutti i lavoratori vengono sottoposti preventivamente alla misurazione della temperatura tramite 7 termoscanner apposti agli ingressi del campo base e dei cantieri o tramite termometri no contact. Per quanto riguarda i fornitori esterni è stato previsto l’accesso ai luoghi di lavoro e il trasferimento del personale nei luoghi di lavoro con modalità specifiche; sono stati inoltre predisposti 5 bagni chimici dedicati.

Particolare attenzione che ha permesso la prosecuzione del lavoro senza interruzioni nei cantieri della Metro C è quella posta alla gestione del personale e del lavoro sui cantieri. I mezzi di cantiere sono posti a distanza di sicurezza e vengono igienizzati, prima e dopo il loro utilizzo, ad ogni cambio di operatore. E’ prevista una procedura dedicata al trattamento del possibile caso sintomatico per il personale residente presso i campi base (cosiddetti trasfertisti). Sono perciò stati adeguati gli alloggi per una più efficace gestione del lavoro con un isolamento puntuale e facilitazione per la messa in quarantena. Individuato anche un prefebbricato che può essere adibito come luogo di isolamento nel caso di positività del personale.

Metro C ha attivato un presidio medico sanitario adibito presso il locale infermeria nel cantiere della TBM riattivato per gestire l’emergenza COVID, dove è presente fisicamente un medico tutti i giorni dalle 8 alle 12, con una reperibilità h24.

Infine a partire da maggio settimanalmente Metro C ha attivato un sistema di screening per personale della società e affidatarie, con un’indagine di sieroprevalenza e un controllo attraverso tamponi rapidi e molecolari che proseguirà fino a nuove indicazioni da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con una media di 300 test a settimana.

E’ stata attivata una collaborazione con il personale specializzato di “Gemelli a Casa”, il nuovo servizio di Assistenza Domiciliare in regime privato che nasce dalla partnership tra la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e la Cooperativa sociale e di lavoro OSA – Operatori Sanitari Associati.

Per attuare tale campagna di controllo sanitario Metro C ha creato uno spazio apposito in un prefabbricato presso il Campo base Gordiani.

Le società di Metro C s.c.p.a