• en

Metro C Campidoglio: avanti con opera, “talpe” arriveranno a piazza Venezia. Sopralluogo Sindaca Raggi e ministro De Micheli al cantiere Amba Aradam/Ipponio

Metro C Campidoglio: avanti con opera, “talpe” arriveranno a piazza Venezia.
Sopralluogo Sindaca Raggi e ministro De Micheli al cantiere Amba Aradam/Ipponio
Roma, 27 dicembre 2019 – Il cantiere per la realizzazione della Linea Metro C prosegue e arriverà a piazza Venezia. Grazie al dialogo e alla costante collaborazione tra Roma Capitale e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la scorsa settimana il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha approvato la modifica del perimetro della tratta T3 della linea C per portare le gallerie a ridosso del corpo della futura “stazione Venezia”, come previsto dal progetto presentato a luglio scorso da Roma Capitale.
Scongiurato l’interramento ai Fori Imperiali, le due TBM continueranno a scavare le gallerie di linea in direzione piazza Venezia.
L’impegno di continuare la realizzazione della terza linea metropolitana con una stazione nel cuore nevralgico della città è stato ribadito oggi durante la visita al cantiere della Metro C dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi e dalla ministra Paola De Micheli. Al sopralluogo presenti anche l’assessore alla Città in Movimento Pietro Calabrese, il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefano, l’Amministratore Delegato di Metro C ScpA  Fabrizio Paolo Di Paola, l’Amministratore Unico di Roma metropolitane, Giovanni Mottura.
“L’opera infrastrutturale più importante della città va avanti. Sono già iniziati i carotaggi e i sondaggi, da metà gennaio partiranno le indagini in piazza Venezia. Indagini fondamentali che ci permetteranno di stimare correttamente tempi e costi del progetto della futura stazione. Entro la prossima estate completeremo il progetto definitivo della stazione Venezia. Cambiamo passo, per la prima volta avremo stime precise per evitare sprechi. Vogliamo dare ai cittadini una nuova metro funzionale e ben fatta”, dichiara la sindaca di Roma, Virginia Raggi.
“Continua lo scavo delle gallerie delle due TBM. Oggi siamo scesi nel cantiere per vedere da vicino come stanno proseguendo i lavori. L’obiettivo è accelerare la realizzazione e dare finalmente ai cittadini una infrastruttura fondamentale di mobilità pubblica. Nel 2021 inaugureremo il pozzo di via Sannio, con la nuova croce di scambio tra i binari che permetterà di migliorare il servizio sulla tratta già aperta”, prosegue l’assessore alla Città in Movimento Pietro Calabrese. (fonte Comunicato Stampa Campidoglio).

INFRASTRUTTURE: DE MICHELI, ‘METRO C MIGLIORERA’ VITA DEI ROMANI’ (Adnkronos) –

”Ci metteremo presto intorno ad un tavolo con le istituzioni interessate, ragioneremo sui modelli di governance per completare la rete delle metropolitane della città. Vogliamo approfondire il ragionamento sui modelli di governance che funzionano meglio, rispetto alle leggi che già esistono, sia rispetto agli obiettivi che ci vogliamo dare in termini di tempi e rispetto a chi ci mette i soldi e chi si assume delle responsabilità. Il ministero dei Beni Culturali ha un ruolo fondamentale quando si costruisce una grande opera come questa in una città storica. Questa visita deve essere un segnale anche ai cittadini di Roma, di un impegno del governo e delle istituzioni di risolvere i problemi, punto dopo punto, perchè quello che decidiamo oggi verrà goduto fra qualche anno, ma questo non ci limita nella responsabilità di deciderlo subito, bene e di finanziarlo”. 

“Oggi vedo questa opera che è già avanzata ed è il cantiere più grande d’Italia presente in una città, in un luogo urbano e sono contenta perché questa sarà una opere che cambierà la vita della città. Avevamo detto che avremmo dato il nostro contributo per sbloccare la Metro C, lo abbiamo fatto senza trionfalismi e in più quasi mezzo miliardo di euro sono stati destinati a Roma Capitale per una serie di progetti sulla mobilità sostenibile”.

”Questo governo è particolarmente interessato al miglioramento della vita nella Capitale d’Italia -continua il ministro-. Le infrastrutture e i trasporti, la mobilità sostenibile e raggiungere la città in tutti i punti senza prendere l’auto, credo sia una delle misure per fare un salto di qualità come Paese. Continueremo in questo lavoro, al di là delle differenze a volte di opinioni che emergeranno, ma a noi interessa la qualità della vita dei romani e di coloro che vengono a visitare questa città”

Le società di Metro C s.c.p.a