• en

Metro C al World Tunnel Congress Napoli, Mostra D’Oltremare 3-9 maggio 2019

Anche Metro C ScpA a Napoli, insieme agli esperti internazionali delle opere in sotterraneo. Un appuntamento per conoscere le best practice e le innovazioni.

È online il programma ufficiale (www.wtc2019.com) del World Tunnel Congress, l’appuntamento annuale internazionale per il settore dell’ingegneria dedicato alle costruzioni in sotterraneo che vedrà l’Italia protagonista il prossimo mese di maggio.

Promosso dalla Società Italiana Gallerie (SIG) e dall’International Tunnelling and Underground Space Association (ITA- AITES), quest’anno il World Tunnel Congress sarà ospitato nella città di Napoli, che dal 3 al 9 maggio accoglierà, negli spazi della Mostra D’Oltremare, massimi esperti del settore, docenti e ricercatori universitari, professionisti, società di ingegneria, grandi committenze e rappresentanti delle principali società di costruzione del comparto, oltre 150 relatori e circa 2mila partecipanti attesi, provenienti da ogni parte del mondo. Un appuntamento scientifico, quindi, per fare il punto sullo stato dell’arte e sulle più recenti innovazioni del settore.

“Siamo orgogliosi che Napoli sia la terza città italiana, dopo Firenze nel 1986 e Milano nel 2001, ad essere stata scelta come sede del Congresso mondiale del tunnelling – commenta il Presidente della SIG Andrea Pigorini –. La proposta di candidatura per il World Tunnel Congress 2019 è risultata particolarmente originale, riuscendo ad attirare le attenzioni delle altre associazioni nazionali. Il titolo dell’edizione di quest’anno infatti, Tunnels and Underground Cities: Engineering and Innovation meet Archaeology, Achitecture and Art, punta sulla contaminazione culturale, coniugando i temi dell’ingegneria con alcuni elementi propri della cultura italiana, come l’archeologia, l’architettura e l’arte. Il WTC 2019 si propone come appuntamento per indagare la crescita e il cambiamento delle città contemporanee, con il racconto delle soluzioni che le opere in sotterraneo possono offrire. Professionisti ed esperti condivideranno le best practice e le ultime innovazioni, con l’obiettivo di spiegare come le infrastrutture possano essere occasioni per potenziare la funzionalità degli spazi in equilibrio con l’ambiente e in armonia con le culture del passato. Si potranno utilizzare quindi le aree disponibili in sotterraneo, rendendole anche più interessanti esteticamente e migliorandone la fruizione”.

“Il World Tunnel Congress di Napoli – commenta il Presidente del Comitato Organizzatore del WTC 2019 Renato Casale – parlerà agli addetti ai lavori e non solo, con l’obiettivo di accendere un faro, in un tempo in cui tanto si discute di smart city, per dare un contributo concreto ad un’idea di futuro, che è sempre più vicina. Molte metropoli stanno già andando in questa direzione: realtà come Parigi, Stoccolma, New York, Singapore, Shanghai e Sydney hanno fatto da apripista. Inoltre, l’uso del sotterraneo per realizzare città resilienti ai cambiamenti climatici sta diventando un’applicazione frequente nel mondo”.

Il Congresso aprirà ufficialmente lunedì 6 maggio, con l’Opening Ceremony ma anche nelle giornate precedenti (dal 3 al 5) corsi tematici e gruppi di lavoro internazionali saranno in piena attività. Dal 6 all’ 8 maggio si alterneranno conferenze, seminari e workshop sul mondo della progettazione e delle costruzioni legate alle opere in galleria. Nel panel, tra i relatori di eccellenza nel mondo della tecnica in sotterraneo: Georgios Anagnostou dell’Università ETH di Zurigo; Raffaele Zurlo, Konrad Bergmeister e Mario Virano amministratori delle società di scopo che si occupano della realizzazione dei grandi trafori ferroviari alpini italiani; Håkan Stille dalla Svezia; Jamal Rostami dal Colorado, che parlerà di macchine di scavo per la costruzione di gallerie sulla luna; Markus Thewes dalla Germania; oltre a nomi noti tra i progettisti urbanisti del sottosuolo, tra cui Elisabeth Reynolds, Elsa Wifstrand, Dominique Perrault, Han Admiraal e Antonia Cornaro, che interverranno nella sessione dedicata ad archeologia, architettura, arte.

La giornata del 9 maggio sarà dedicata alle visite tecniche, che offriranno l’opportunità di visitare alcuni dei cantieri più rilevanti in corso in Italia. Quattro le mete possibili: Metropolitana di Napoli, Linee 1 e 6, Stazione Municipio e Centro direzionale-Capodichino; linea ferroviaria ad alta velocità Napoli-Bari; Metropolitana di Roma, Linea C, dai Fori Imperiali alla Stazione San Giovanni; Tunnel di Base del Brennero, la galleria ferroviaria più lunga al mondo.

Cantiere Stazione Fori Imperiali

Linea C – Cantiere Stazione Fori Imperiali

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

www.wtc2019.com

Facebook, Twitter e Linkedin

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le società di Metro C s.c.p.a