• en

COLLOCATA NEL POZZO DI VIA SANNIO LA PRIMA DELLE DUE TBM CHE SCAVERANNO IN DIREZIONE FORI IMPERIALI

TIME LAPSE VARO TBM

RIPRESE DRONE VARO TBM

ASSESSORE MELEO VISITA IL CANTIERE DI VIA SANNIO

È stata calata all’interno del pozzo di introduzione 3.3 di Via Sannio la prima delle due TBM (Tunnel Boring Machine) che scaveranno le gallerie della Linea C in direzione Fori Imperiali.

La  TBM, sollevata da una speciale gru da 750 tonnellate, è stata adagiata sul fondo del pozzo d’introduzione e, dopo essere stata ruotata, è stata traslata di qualche metro in avanti in direzione dello scavo.

Analoga operazione verrà effettuata per il varo della seconda TBM previsto entro la corrente settimana.

Le TBM della Linea C hanno una testa fresante circolare (la parte che scava la roccia) di 6,70 m di diametro collegata al corpo della macchina (scudo), ed ai carri necessari al suo funzionamento (il cosiddetto back up, la struttura servizi nella quale sono collocate la cabina di guida, i cablaggi degli impianti e il nastro necessario all’estrazione del terreno scavato). Ogni  TBM pesa circa 450 tonnellate; con il relativo back up è lunga circa 100 metri.

All’’interno dello scudo un sistema denominato erettore installa il rivestimento definitivo costituito da conci, elementi prefabbricati in calcestruzzo sagomati ad arco che, assemblati fra loro, formano gli anelli di sostegno della galleria.

Le TBM sono di fatto veri e propri cantieri mobili che, contemporaneamente allo scavo, installano il rivestimento definitivo delle gallerie. Dopo il loro passaggio il tunnel è completato e  sostanzialmente pronto per essere attrezzato con i binari e gli impianti tecnologici indispensabili per  il funzionamento della metropolitana.

20.06.2017 Linda Meleo, Assessore alla città in Movimento del Comune di Roma, in visita al cantiere di Via Sannio.

 

 

Le società di Metro C s.c.p.a