LA COSTRUZIONE DELLE GALLERIE DELLA LINEA C

I lavori per la realizzazione della Linea C proseguono con il varo delle due TBM (S409 e S410) all’interno del Pozzo 3.3 della Linea C in via Sannio.

Il 19 ed il 21 giugno 2017 sono state calate all’interno del pozzo le due TBM (Tunnel Boring Machine) che realizzeranno, una volta assemblato il back up e terminate tutte le operazioni preparatorie, lo scavo per la costruzione delle le gallerie della Linea C in direzione Fori Imperiali. Le  TBM, dal peso di circa 450 tonnellate ciascuna, sono state sollevate da una speciale gru con una portata di 750 tonnellate e posizionate sul fondo del pozzo d’introduzione scudi.

CANTIERE POZZO 3.3 VARO TBM

CANTIERE POZZO 3.3 VARO TBM

Lo scavo mediante TBM rappresenta una tra le più sofisticate tecnologie nel campo dello scavo meccanizzato in ambiente urbano. Le macchine, contestualmente allo scavo, eseguono il rivestimento definitivo della galleria che è pronta per essere attrezzata  con i binari e gli impianti tecnologici.

Le TBM utilizzate per lo scavo delle gallerie della Linea C hanno un diametro di 6.70 m. Il rivestimento interno delle gallerie é costituito da conci prefabbricati in calcestruzzo armato con uno spessore di 30 cm e un diametro interno di 5,80 m. Ogni anello prefabbricato, lungo 1,40 m è costituito da nº 6 conci principali + nº 1 concio di chiave. Gli anelli sono del tipo “universale” e si adattano a 19 possibili diverse posizioni in funzione del raggio di curvatura da ottenere.

Le TBM sono composte da una testa fresante circolare di 6,70 m di diametro, munita di artigli d’acciaio e dischi rotanti per frantumare il terreno, collegata al corpo della macchina (scudo) ed ai carri necessari al suo funzionamento (il cosiddetto back up, che ha una lunghezza di circa 90 metri e contiene la struttura servizi nella quale sono collocate la cabina di guida, i cablaggi degli impianti e il nastro trasportatore necessario all’estrazione del terreno scavato).

La TBM è comandata da motori elettrici posti nella zona posteriore della macchina e da sistemi elettromeccanici o idraulici di regolazione della velocità.

Durante lo scavo il terreno viene miscelato con delle schiume e tenuto in pressione per garantire la stabilità del fronte di scavo, al fine di evitare risentimenti al piano campagna.

I numeri delle TBM

Le gallerie già realizzate

Lo scavo delle gallerie già realizzate della Linea C per la tratta Giardinetti-San Giovanni (parte interrata della tratta dal capolinea Monte Compatri/Pantano a San Giovanni) è stato completato nel giugno 2011.

Le 4 TBM utilizzate hanno realizzato un avanzamento complessivo nelle due gallerie di 19 Km.

Le società di Metro C s.c.p.a